Verdure sul balcone

Per chi vive in città ma ama la natura e vorrebbe avere un piccolo appezzamento di terra dive coltivare le proprie verdure oggi esiste una soluzione! Pensate che bello poter uscire nel centro di Milano sul proprio balcone e cogliere un pomodoro succoso da addentare perché sicuri sia stato coltivato senza l’uso di pesticidi o diserbanti.

Si può quindi pensare di fare un orto in vaso, in realtà questa pratica sarà molto più facile che fare un orto vero in piena terra, vediamo perché!

Innanzitutto bisogna rispettare la stagionalità, si può mettere a dimora tutte le insalate, cipolle, aglio, patate, legumi e anche pomodori se avete un terrazzo esposto a sud a partire da fine Marzo.

Per melanzane, zucchine, peperoni bisogna invece aspettare un altro mese.

Seconda cosa bisogna sempre scegliere un vaso dalle dimensioni adeguate, le zucchine e i meloni per esempio hanno bisogno di molta terra, senza di essa infatti non sarebbero in grado di svilupparsi così come dovrebbero e potrebbero rischiare di non darci alcun frutto. Le altre piante hanno bisogno di qualcosa di un po’ più piccolo, anche eccedere in grandezza potrebbe essere contro producente per via del ristagno dell’acqua e della crescita di erbacce.

Altro punto fondamentale è il drenaggio. Bisogna innaffiare moderatamente e mettere della ghiaia sul fondo del vaso per permettere la giusta fuoriuscita dell’acqua in eccesso.

Fondamentale è anche la qualità del terriccio, si tratta infatti di uno tra gli elementi più determinanti e sottovalutati per il successo dell’orto sul balcone. Scegliere sempre quello migliore tra quelli proposti: ne esistono di bio già concimati oppure quelli naturali con concime chimico. Tutto ciò gioverà nella velocità di crescita delle nostre piantine.

Bisogna poi rispettare le distanze: ogni pianta infatti necessita del suo spazio vitale che va rispettato per far sì che possa crescere rigogliosa e senza intralcio. In caso contrario verrebbe infestata dai suoi simili e ciò sarebbe un bel problema per il suo sviluppo.

Anche il trapianto deve essere fatto a regola d’arte e nel giusto periodo dell’anno. Sempre a primavera o autunno e da ricordare sempre premere bene le radici nel nuovo terreno in cui la pianta viene messa a dimora. Ricordarsi di dare anche del concime o del fertilizzate per aiutare la crescita. L’irrigazione deve essere costante e dipendere da quanto la pianta sia esposta al sole. Nei giorni caldi è possibili anche dover dare per ben due volte l’acqua, non fatelo mai però quando il sole è battente, creereste infatti un danno alla vostra amata piantina.

E ora è il momento di cogliere i frutti dei vostri vasi e mangiarli subito. È come avete visto molto facile fare e curare un orto sul balcone, non avrete infatti grossi problemi di erbacce o attacchi da parte di parassiti. È quindi perfetto anche per chi è un principiante o per chi non è sicuro di essere in grado di fare un orto in piena terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*