Pasta fatta in casa

Eccoci qui a parlare di una ricetta tipica della tradizione italiana. Di cosa si tratta? Ma sicuramente della pasta fatta in casa! Da generazioni in Italia si è soliti fare questa preparazione e di certo neanche di fronte alla modernità e alle nuove tecnologie ci fermeremo. Fare la pasta fatta in casa è un’arte che si apprende dalla nonna la quale a sua volta lo aveva imparato dalla generazione precedente e così via; si tratta di un vero e proprio passaggio di consegne gratuito e dovuto.

Ma vediamo un po’ come si può preparare la pasta senza avere qualcuno che ce la insegni come da tradizione.

Per prima cosa vediamo gli ingredienti: c’è bisogno di tanta farina, 300 grammi sono perfetti, un pizzico di sale, 3 uova e nulla di più.

Ora andiamo ad analizzare i vari passaggi. Si parte mettendo la farina sulla spianatoia cercando di formare con le dita una sorta di cratere che poi conterrà le uova. Subito dopo si può aggiungere il sale e rompere nel centro le uova. Possono essere messe sia intere che solamente i tuorli, dipende che consistenza si vuole dare alla pasta.

Si passa poi a sbattere leggermente le uova con una forchetta e poi bisogna buttare nel centro tutta la farina che si trova sui bordi ed iniziare ad impastare. Si può così continuare ad incorporare farina fino a quando l’umidità della pasta lo consentirà riuscendo così ad ottenere una bella consistenza al tatto. Ora bisogna lavorare con forti colpi l’impasto per dargli una certa elasticità. Ad un certo punto quando sembrerà pronto fate un panetto di pasta dalla bella forma e lasciatelo riposare in uno strofinaccio a sua volta inserito in una terrina per una mezz’ora abbondante.

Passato questo tempo rinfarinate il vostro tavolo e iniziate a stendere la pasta da voi prodotta.

Adesso dovete scegliere quale tipo di pasta volete produrre. Per spaghetti o tagliatelle dovrete fare una sfoglia abbastanza sottile e poi avvolgerla su se stessa e tagliarla con l’ausilio di un coltello dello spessore che più preferite.

Non vi resta adesso che salare l’acqua e buttare la pasta. Nel mentre preparate un semplice sugo con della passata e servite l’intero preparato caldo. Sarà la gioia di tutti i commensali.

Per gli intolleranti alle uova si può fare la stessa ricetta solo che al posto dell’uva si deve utilizzare acqua a temperatura ambiente.

Andiamo adesso a ricapitolare le regole d’oro per preparare la pasta fresca in casa: prima di tutto usare la spianatoia, la rugosità del legno è infatti ideale per impastare. Seguire sempre la proporzione 100 grammi di farina e un uovo, si tratta di quella ideale. Non lavorare mai tra correnti di aria, ciò infatti porta a seccare la pasta. Lavorare con energia il panetto di pasta per almeno 10 minuti facendo così che possa diventare elastica.

Seguendo queste quattro semplici regole, o meglio consigli otterrete una pasta eccezionale da fare invidia ai migliori ristoratori di tutto il mondo. Anche per natale potrebbe essere un’idea: poca spesa tanta resa!

Foto credit: impastatricemaster.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*